Progetto Derris: adattamento ai cambiamenti climatici

Gli eventi climatici straordinari stanno purtroppo diventando sempre più frequenti anche nel nostro Paese. Alluvioni, cicloni, grandinate, ormai colpiscono zone del mondo, comprese l’Europa e l’Italia, con maggiore frequenza rispetto al passato. Il cambiamento climatico, tangibile e non più negabile, necessita di essere affrontato con serietà, impegno e tempestività. L’obiettivo principale è quello di trovare modalità di adattamento per gestire in sicurezza gli eventi più impattanti e pericolosi.

Si stanno studiando sistemi sempre più sofisticati di prevenzione e di gestione di questi fenomeni ma come verificatosi in Emilia Romagna, ancora non si riesce ad anticiparli e prevederli. Troppe aree in Italia non sono in sicurezza. 

Derris (DisastER Risk Reduction InSurance) è il progetto co-finanziato dal bando europeo Life che vede il Gruppo Unipol capofila insieme ai partner di Città di Torino, Cineas, Anci Coordinamento Agende 21 e UnipolSai.

Si tratta del primo progetto europeo che unisce pubblica amministrazione, imprese e settore assicurativo per ridurre i rischi causati da eventi climatici straordinari.

Qualche anno fa, da ottobre 2016 a marzo 2017, è partita la prima sperimentazione del progetto Derris a Torino. Sono state selezionate 30 piccole medie imprese, situate in 6 aree identificate, hanno partecipato all’iniziativa ricevendo un supporto tecnico gratuito per stabilire un piano di azione per l’adattamento ai cambiamenti climatici. Le aziende hanno ricevuto uno strumento semplice e immediato il CRAM tool che consente di capire, attraverso la georeferenziazione, quali sono i rischi più probabili fra i 7 individuati dal progetto Derris (alluvione, precipitazioni, vento, fulminazione, grandine, temperatura e frana). Questo strumento fornisce anche le soluzioni da applicare nella propria azienda per prevenire i danni. Dal 2017 in poi la sperimentazione è stata estesa ad altri 14 enti locali: Alghero, Almese, Avigliana, Bassiano, Bologna, Genova, Milano, Molfetta, Padova, Pescara, Rovereto, Udine, Varese e l’Unione dei Comuni del Circondario Empolese Valdelsa. Le imprese hanno avuto la possibilità di usufruire di opre di formazione e di un supporto tecnico per redigere piani d’azione per l’adattamento ai cambiamenti climatici attraverso il CRAM tool.

Progetto Derris: adattamento ai cambiamenti climatici