Il Gruppo Unipol in campo per l’Emilia Romagna

Le alluvioni che hanno colpito la scorsa settimana diverse aree dell’Emilia Romagna hanno lasciato distruzione e morte. Strade e infrastrutture sgretolate dalle frane, abitazioni private e siti produttivi rasi al suolo; una stima dei danni ancora difficile da quantificare. Campi e allevamenti distrutti, si ipotizza una perdita di circa 400 milioni di chili di grano e almeno 10 milioni di piante da frutto. Solidarietà fra i Comuni della regione: quelli più colpiti dall’alluvione si gemellano con quelli che hanno avuto pochi danni. Ancora una volta questa terra offre un esempio di forza, condivisione e intraprendenza già dimostrato in occasione del terremoto del 2012.

Il Gruppo Unipol si sta adoperando per aiutare le popolazioni alluvionate dell’Emilia Romagna. Carlo Cimbri, presidente del gruppo Unipol, ha reso noto di avere acquistato, in collaborazione con la società SpaceX di Elon Musk (ad di Tesla e presidente di Twitter), i terminali Starlink per assicurare l’accesso alla rete internet alla popolazione, ai soccorritori e ai servizi essenziali e strategici, come gli ospedali. I terminali Starlink, tecnologicamente avanzati e in grado di funzionare in situazione di emergenza verranno distribuiti nelle località coinvolte dall’alluvione. La società SpaceX sta orientando i suoi satelliti in modo da dare priorità alla regione emiliana.

UnipolSai si è anche impegnata a facilitare la gestione dei sinistri e a concedere proroghe significative e dilazioni e a fornire risposte tempestive tramite l’attivazione del numero verde 800 754646.

Il Gruppo Unipol in campo per l’Emilia Romagna