Fondazione Unipolis e le città del futuro

Il progetto Let’s MOBMovimento in rivoluzione di Fondazione Unipolis del Gruppo Unipol è giunto l’11 maggio alla sfida finale che si è svolta all’auditorium del Gruppo Unipol a Bologna, nell’ambito del Festival dello Sviluppo Sostenibile. I dieci finalisti under 21 del bando MOB, provenienti da tutta Italia, hanno partecipato all’evento presentato da Jody Cecchetto, conduttore radiofonico e da Vincenzo Schettini, il professore e divulgatore di fisica, molto amato dai giovani.  Le tre proposte di mobilità sostenibile selezionate riguardano le città di Trieste, Avellino e Genova con progetti di nuovi servizi, infrastrutture e azioni. I vincitori che hanno svolto laboratori e un percorso educativo per elaborare idee originali per la creazione di un futuro più sostenibile nelle città, attraverso innovazione e tecnologia e coinvolgendo i cittadini e i territori.

I progetti prevedono soluzioni inerenti smart mobility, accessibilità, energia pulita, mezzi pubblici, guida autonoma, sharing e bike mobility.

Il futuro della mobilità progettato dai giovani

Il progetto nazionale MOB ha l’obiettivo di avvicinare i giovani alle tematiche della mobilità sostenibile per sviluppare la capacità critica e il coinvolgimento attivo come cittadini.

I ragazzi hanno sviluppato i loro progetti sulla base di tematiche e workshop definiti. A Trieste il diciannovenne Simone Sorgiovanni ha elaborato il progetto La filovia Trieste-Muggia: una proposta di ripristino che punta a recuperare la ricca tradizione cittadina di filobus e tram, ormai abbandonati in favore degli autobus

A Genova la riflessione è partita dalla trasformazione verso una clean city entro il 2030 abbattendo l’inquinamento atmosferico e sviluppando una rete di trasporti pubblici elettrici e la riduzione degli incidenti stradali. Il progetto vincitore di Daniele Salvatori dal titolo Waix ha puntato l’attenzione su: ampliamento dei sistemi di pagamento sui mezzi pubblici, la sicurezza, l’accessibilità, la sensibilizzazione, fino all’ottimizzazione della mobilità studentesca e l’accesso ai servizi sanitari. 

Infine ad Avellino il ventenne Antonio Dello Iaco ha presentato il progetto Sistema di Informazione sulla Mobilità Sostenibile ad Avellino (SISMA) che prevede l’implementazione dell’esistente app per il trasporto pubblico Air Campania, per agevolare i cittadini e per sviluppare i servizi di mobilità condivisa.

Fondazione Unipolis e le città del futuro